Liquidi per la sigaretta elettronica: tutti i gusti e tutti gli aromi

Una critica che spesso viene mossa da parte dei fumatori abituali di tabacco che vogliano sostituire il loro vizio, con l’assai meno dannosa opzione di fumare sigarette elettroniche, è che queste ultime non hanno il “sapore” delle sigarette normali. In effetti una componente importante dell’abitudine dei tabagisti, è anche il piacere derivante dalla “degustazione” del fumo del tabacco, in grado di stimolare le nostre papille gustative in modo differente a seconda delle svariate qualità del tabacco stesso.

Per ovviare a questa ragionevole lamentela da parte dei consumatori, le ditte produttrici di sigaretta elettronica si sono mosse rapidamente mettendo in commercio un’ampia gamma di aromi, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti, grazie anche all’opportunità di poter miscelare autonomamente con un facile “fai-da-te” i liquidi aromatizzati, adattando perfettamente ai nostri gusti le caratteristiche organolettiche della ricarica.

La semplice opzione di variare la proporzione percentuale tra glicole propilenico e glicerina vegetale nel liquido di ricarica, ci permetterà infatti di variare la quantità di vapore prodotta dallo svapo, il cosiddetto “colpo in gola” o hit tipico anche delle sigarette normali, e la resa aromatica, blanda o intensa a seconda delle preferenze personali.

sigarettaarome

Tra gli aromi più commercializzati ci sono in primis quelli che corrispondono alle varie qualità di tabacco: da quelli con retrogusto più marcato come il Dark Vapure, al più morbido Dusk, il fragrante Virginia, gli speziati Rose, Cherry e Havana, fino ai più ruvidi e classici Kentucky, Cowboy Blend e Columbia, la selezione è davvero vastissima.

Per chi ama i sapori più dolci e zuccherosi invece, potrà trovare disponibili dozzine di sapori alla frutta: mango, pesca, ananas, arancia, mirtillo, fragola, lime, mela, sono solo alcuni di quelli disponibili, ma ce ne sono anche di più curiosi come quelli banana split, cannella, marzapane, miele, marshmallow o zabaione, per chi non sa accontentarsi della banale “zuccherosità” della frutta!

Per chi vuole fragranze più intense ed aromatiche ci sono invece i più intensi menta, zenzero, cristalli di ghiaccio, e liquirizia, o gli aromi più alcolici che imitano i vari cocktail: mojito, curacao, margarita, sangria o pina colada. Sempre in ambito di aromi alcolici abbiamo i più robusti rum, cognac, vodka o tequila, ma per chi apprezza tonalità più gustose e calde si spazia da pistacchio e amaretto, a nocciola, cappuccino e caffè.
Per chi cerca le sensazioni “forti” abbiamo i piccanti pepe nero e peperoncino, gli esotici lavanda e cardamomo o i curiosi parmigiano, birra, aglio e perfino burro.

Non dimentichiamoci infine i più delicati ma complessi aromi floreali come gelsomino, rosa, violetta o ylang ylang.

Enhanced by Zemanta

Liquidi per sigarette elettroniche: cosa sono, a cosa servono e quanto costano

La sigaretta elettronica necessita di liquidi costituiti da una certa quantità di nicotina e/o aromi, insieme a una sostanza che produce vapore acqueo. I liquidi riproducono in modo molto verosimile il fumo di una sigaretta tradizionale, appagando sia il gusto che la vista del fumatore. Il vantaggio rispetto alla sigaretta tradizionale è che il liquido per sigaretta elettronica è inodore ed evapora in pochi secondi.

Alcuni tipi di sigaretta elettronica hanno già incluso nel kit, un campione di liquido.

Cosa sono i liquidi per sigaretta elettronica?

I liquidi per sigaretta elettronica sono venduti in boccette da 10 ml, e possono avere svariati aromi, tra cui caffè, tabacco, cannella, menta, caramello, vaniglia, e altri. I liquidi possono avere al loro interno anche nicotina in quantità variabili a seconda della necessità dell’individuo.

Non è detto che la nicotina sia un ingrediente necessario per i liquidi per sigaretta elettronica; molti hanno smesso di fumare riducendo progressivamente la quantità di nicotina, e sostituendo poi quest’ultima con liquidi aromatizzati. Uno dei motivi per cui si continua a ‘fumare’ è il gesto di portarsi la sigaretta alla bocca, e la sigaretta elettronica non solo permette di farlo, ma non fa male alla salute dell’individuo e di chi lo circonda.

A cosa servono i liquidi per sigaretta elettronica?

I liquidi servono per il funzionamento della sigaretta. I liquidi vanno iniettati nel filtro della sigaretta quando questa non produce più vapore, e quindi si è scaricata.

L’operazione è piuttosto semplice, ma richiede pratica, e soltanto dopo qualche applicazione lo potrete fare in pochi secondi.

Quanto costano i liquidi?

I liquidi per sigaretta elettronica costano in media intorno ai 5 euro, anche se ci sono diversi marchi che li vendono a poco più di 4 euro.

Dove si possono acquistare i liquidi per sigaretta elettronica?

I liquidi per sigaretta elettronica si possono acquistare nei negozi autorizzati oppure negli shop on line. In rete ci sono decine e decine di siti di rivenditori che spediscono i liquidi per sigaretta elettronica direttamente a casa vostra, alcuni dei quali senza alcun costo aggiuntivo di spedizione

Enhanced by Zemanta